MOD_COOKIESACCEPT_PLUS_INFO

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT

A3-M: ViViBanca Torino nella tana della cenerentola Brugherio

Partita da vincere o vincere. Non ci sono molte altre opzione per il ViViBanca Torino domani, impegnato fuori casa contro la cenerentola del girone, Gamma Chimica Brugherio.
Non sarà certo una gara semplice, nonostante la classifica possa farlo pensare perchè i lombardi, seppur ultimi, giocano ogni partita lottando fino all'ultimo punto e soprattutto senza pressioni per non aver nulla da perdere.
La strategia dei Diavoli Rosa è cambiata a stagione in corso, quando la società milanese ha deciso di affidarsi completamente ai talenti cresciuti nella propria cantera per iniziare un nuovo ciclo.
Emozioni opposte in casa ViViBanca Torino dove questa partita viene vista come fondamentale per il prosieguo della stagione. Sarà come una finale perchè contro Brugherio tutte le dirette avversarie stanno vincendo e questo turno può servire anche per distanziare nuovamente Bologna e togliersi quindi dalla zona retrocessione, ed avvicinare le squadre che precedono i torinesi in classifica, provando quindi ad iniziare una rimonta verso lidi più tranquilli.

"Spero e credo che la squadra non sentirà la pressione - dice coach Simeon - ma che il gioco che stiamo trovando in campo ci permetta di fare una buona partita. Giocare contro Brugherio non è mai facile ma mi aspetto una prova di maturità da parte dei ragazzi".

"Abbiamo avuto un inizio dell'anno complesso, in linea con le difficoltà del mondo esterno - commenta il palleggiatore Andrea Carlevaris - Nonostante questo, la settimana scorsa abbiamo messo in campo una buona prestazione con qualche pecca soprattutto nel finale che non ci ha permesso di portarla a casa. Questa che arriva è però la partita da non sbagliare perché loro sono una squadra in difficoltà che però ha tanti giovani in grado di fare molto bene. Dovremo quindi spingere sempre per portare a casa tre punti fondamentali e continuare il buon trend che abbiamo avuto nelle ultime partite. Siamo consapevoli però che in trasferta abbiamo fatto sempre molta più fatica che in casa e quindi nulla è scontato".